FANDOM


Il Regno di Sardegna fu istituito nel 1297 da papa Bonifacio VIII in ottemperanza al Trattato di Anagni del 24 giugno 1295, sull'isola della Sardegna, comprendente i territori dei giudicati autoctoni e i possedimenti aragonesi, pisani e genovesi. Con il passaggio del regno sardo, dopo i lunghi domini aragonesi e spagnoli, a Casa Savoia nel 1720 e l'unione dinastica con gli Stati di terraferma (come il Piemonte), spesso ci si riferì ai suoi sovrani, abitanti o alle sue forze armate come sardo-piemontesi, piemontesi o sabaudi. Ebbe termine il 17 marzo 1861 con la Proclamazione del Regno d'Italia, governato anch'esso dai Savoia.

StoriaModifica

La storia del Regno di Sardegna può essere sudiviso in tre diverse epoche: il primo periodo catalano-aragonese durò dal 1324 al 1479, il secondo spagnolo-imperiale durò dal 1479 al 1713 e il terzo sabaudo durò dal 1720 al 1861.

Il Regnum Sardiniae nacque per risolvere la crisi politica e diplomatica tra la Corona d'Aragona e il ducato d'Angiò, a seguito della Guerra del Vespro per il controllo della Sicilia. L'atto di infeudazione avvenne il 5 aprile 1297 e affermò che il regno apparteneva alla Chiesa e veniva dato in perpetuo ai re della Corona di Aragona in cambio di un giuramento di vassallaggio e del pagamento di un censo annuo. Fu conquistato territorialmente a partire dal 1324 con la guerra mossa dai sovrani Aragonesi contro i Pisani, in alleanza col Regno giudicale di Arborea.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale