FANDOM


Stendardo del Presidente del Consiglio
Lo stendardo del Presidente del Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana.

Il Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana è uno dei tre organi che compongono il Governo (assieme ai Ministri e il Consiglio dei Ministri).

Per il ruolo che ricopre è anche detto capo del governo o primo ministro, in quanto è colui che forma e amministra il governo.

La sede istituzionale del Presidente del Consiglio è la Presidenza del Consiglio dei Ministri, che ha sede presso Palazzo Chigi a Roma.

L'attuale Presidente del Consiglio è Matteo Renzi, in carica dal 22 febbraio 2014.

Compiti:Modifica

Caratteristiche:Modifica

"Il Presidente del Consiglio dei ministri dirige la politica generale del Governo e ne è responsabile. Mantiene l’unità di indirizzo politico ed amministrativo, promovendo e coordinando l’attività dei ministri. ... "

(Articolo 95 della Costituzione)

Il Presidente del Consiglio è un organo costituzionale, facente parte del Consiglio dei ministri. La Costituzione, negli articoli 92, 93, 95 e 96, definisce la struttura e i compiti del Governo.

Dal punto di vista protocollare, è la quarta carica più alta della Repubblica Italiana.

Funzioni:Modifica

Matteo Renzi
L'attuale Presidente del Consiglio Matteo Renzi.

La Costituzione, all'articolo 95, stabilisce che il Presidente del Consiglio dei ministri promuove e coordina l'attività dei ministri: questo potere di coordinamento dei ministri è stato di intensità molto variabile nella storia dello Stato italiano, in quanto fortemente condizionato dal peso dei singoli ministri e quindi dei partiti dei quali essi erano l'espressione.

La legge 23 agosto 1988, n. 400 esplicita le attribuzioni del Presidente del Consiglio. Il Presidente fissa l'ordine del giorno del Consiglio, e in particolare può avocare nel Consiglio decisioni di competenza di singoli dicasteri.

Oltre a quelle attribuitegli in quanto membro del governo italiano, il Presidente del Consiglio indica al Presidente della Repubblica la lista dei ministri per la nomina, e controfirma tutti gli atti aventi valore di legge dopo che sono stati firmati dal Presidente della Repubblica. Dirige e promuove l'attività dei ministri, dirige la politica generale del governo e ne è responsabile (art. 95 Cost.). Funzione particolarmente delicata che la legge affida direttamente al Presidente del Consiglio è la vigilanza e il controllo sul Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica, ossia i Servizi segreti dello Stato.