FANDOM


Logo Benetton.svg
Il Gruppo Benetton è un'azienda trevigiana, fondata da Luciano, Gilberto, Giuliana e Carlo Benetton nel 1965. L'azienda si occipa di moda, con una rete di circa 6.000 negozi presenti nei principali mercati e un fatturato totale (nel 2013) di circa 1,6 miliardi di euro.

Il gruppo deve la sua notorietà oltre che ai suoi prodotti anche al suo stile di comunicazione, sviluppato a Fabrica, centro di ricerca sulla comunicazione del Gruppo Benetton.

Il Gruppo Benetton fa capo alla società finanziaria della famiglia Benetton, Edizione srl che detiene il 100% delle azioni.

StoriaModifica

L'azienda venne fondata nel 1965 a Ponzano Veneto, in provincia di Treviso, da Luciano, Gilberto, Giuliana e Carlo Benetton, con il nome Maglierie Benetton. Nello stesso anno viene inaugurato il primo negozio a Belluno, mentre a Castrette di Villorba (sempre a Treviso) si stabilì il centro logistico. L'azienda portò nel settore tessile numerose idee innovative per l'epoca. Tra le varie intuizioni ci fu quella di usare lana grezza anziché lane di colori diversi per i maglioni, per poi tingere successivamente i prodotti in base ai gusti e alle esigenze dei propri clienti, in modo da essere più veloci nel riassortimento dei negozi.

Nel 1969 venne inaugurato il primo negozio all'estero, a Parigi e nel 1972 lancia il marchio "Jean's West".

Da completare

Formula 1Modifica

Oltre al settore della moda, la Benetton ha conseguito un notevole successo nella Formula 1. L'azienda di Ponzano Veneto iniziò ad avvicinarsi alla Formula 1 nel 1982, quando divenne sponsor e finanziatore della Tyrell. I due anni successivi sponsorizzò l'Alfa Romeo e la Toleman.

Nel 1985 la famiglia Benetton acquistò la Toleman e la Spirit.  Nel 1986 nasce la Benetton Formula Limited, conosciuta anche come Benetton Formula. Corre con Doppia Licenza, inglese ed italiana. 

Sezione tratta da Wikipedia.

Ottiene svariati successi negli anni successivi fino al 1994, quando con Michael Schumacher alla guida, ottiene anche il titolo Mondiale Piloti, bissato l'anno successivo, insieme al titolo costruttori.

Dopo il passaggio di Schumacher alla Ferrari per il 1996, la Benetton decide di correre con la sola licenza italiana ed affronta altre 2 stagioni su buoni livelli, 1996 e 1997, dove, in quest'ultima stagione, conquista un successo in Germania con Gerhard Berger, sarà l'ultimo della sua storia. Con i cambi regolamentari del 1998, la squadra sembra trovarsi un po' in difficoltà e nella stagioni successive, fatica a trovare prestazione e nel 2000, viene acquistata dalla Renault. L'ultimo campionato sotto il nome Benetton è nel 2001, poi, dall'anno successivo, la squadra si chiama Renault F1.

La Benetton lascia, dunque, con 2 mondiali piloti e 1 costruttori conquistati.

Nel 2009, in un'intervista, fu chiesto ad Alessandro Benetton se l'azienda, avesse mai avuto intenzione di tornare in Formula 1, lui rispose che, oramai, per via degli attuali regolamenti, questo era un capitolo chiuso.