FANDOM


La moneta da 1 lira era una delle monete utilizzate dall'Regno d'Italia e successivamente dalla Repubblica Italiana. È stata prodotta dal 1861 al 1959.

MaterialeModifica

La moneta da 1 lira fece la prima apparizione nel 1861 come moneta del Regno. La prima versione era d'argento al titolo di 900/1000, aveva un diametro di 23,1 mm e pesava 5 grammi. Dal 1863 fino al 1917 il titolo era di 835/1000.

Dopo la prima guerra mondiale la moneta da 1 lira venne coniata in nickel. Dal 1921 al 1938 aveva un diametro di 26,5 mm ed un peso di 8 g; dal 1939 venne coniata in acmonital (acciaio monetale italiano) con lo stesso peso e diametro di 26,7 millimetri.

Dopo la caduta della monarchia vennero coniate monete da una lira in Italma (lega di alluminio e magnesio) da 21,6 mm e 1,25 g (1946-1950) e poi da 17,2 mm e 0,625 g (1951-1959). Monete da 1 lira vennero coniate a partire dal 1968 per le confezioni speciali per collezionisti che la zecca pose in vendita.

Versioni del RegnoModifica

Vittorio Emanuele IIModifica

Al dritto riportava l'effigie di Vittorio Emanuele II volta a destra, intorno Vittorio Emanuele II ed in basso la data. Sotto il collo "Ferraris", il nome dell'autore Giuseppe Ferraris.

Per il rovescio ne esistono due tipi:

  • 1 lira VEII Scudo Sabaudo.jpg
    stemma sabaudo con corona e con il collare dell'Annunziata entro rami d'alloro. In basso l'indicazione del valore con a sinistra il segno di zecca e a destra la sigla BN (per Banca Nazionale) in incuso dentro un rettangolo; intorno "REGNO D'ITALIA". Coniata a Torino, Firenze e Napoli nel 1861-62. Coniata assieme alla seguente nel 1863 e 1867 a Torino e Milano.
  • VEII 1 lira II versione.jpeg
    valore su due righe. In alto "REGNO D'ITALIA", in basso rami d'alloro e segno di zecca. Coniata nel 1863 e 1867 a Torino e Milano. Accanto al segno di zecca la sigla "BN" in incuso dentro un rettangolo.

Da notare che dal 1863 al 1917 il titolo dell'argento è di 835/1000.

In tutte le coniazioni in argento da 1 lira (anche durante i regni di Umberto I e Vittorio Emanuele III), il contorno presentava in incuso la scritta FERT ripetuta tre volte alternata a nodi savoia e rosette.

I segni di zecca sono:

  • Napoli = N
  • Torino = T
  • Firenze = F
  • Milano = M

Umberto IModifica

1 lira Umberto I.jpg
Sotto il regno di Umberto I, la moneta riportava la testa nuda del re volta verso destra, intorno era riportata la scritta circolare "UMBERTO I - RE D'ITALIA" ed in basso la data. Sotto al collo "Speranza", l'autore: Filippo Speranza. Al rovescio c'era lo stemma sabaudo coronato e con il collare dell'Annunziata e intorno rami di lauro e di quercia. Il valore era ai lati dello stemma, espresso in "L e 1". In basso il segno di zecca. Fu coniata a Roma dal 1883 al 1900 ed a Milano nel 1887.

Nel 1890, 1891 e 1897 furono coniate monete da una lira per l'Eritrea appena annessa, con scritta in amarico "1 Birr vale 10 lire" e in arabo "vale 10 Rial". La moneta valeva anche 2/10 di Tallero. Al diritto il busto coronato del Re con corona volto a destra in uniforme. Intorno UMBERTO I RE D'ITALIA a data. Sotto il busto SPERANZA, l'autore. Al rovescio il valore in italiano, arabo ed aramaico su tre righe sotto la stella italiana. Intorno COLONA ERITREA, in basso, rami di alloro e segno di zecca, Roma.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale